Presentazione

Posta sullo spartiacque tra le Vallate del Senio e del Santerno, su una cima che si erge ripida sopra la catena montana, spicca verso il cielo l'antica Rocca di Monte Battaglia. La sua posizione, a 715 metri sul livello del mare, davvero incantevole: l'orizzonte che si apre e si allunga sotto, gli fa assumere la forma di un gran balcone sul verde intenso nella pianura. La Rocca di Monte Battaglia fa parte di quella vasta rete di fortificazioni che formarono, nel medio evo, i presidi dei valichi appenninici. Con l'acquisizione, per donazione, al patrimonio comunale del manufatto e dell'area adiacente, stato possibile avviare un ampio progetto di recupero, di restauro e di valorizzazione dell'intero complesso monumentale. Per certi aspetti i lavori eseguiti rappresentano un interessante esempio d'archeologia medioevale, dove restano intatti i segni lasciati dal tempo e dagli uomini e il nuovo monumento rimanda la mente non solo alla lotta ma soprattutto alla pace nata dalla battaglia. Nella sua storia Monte Battaglia ha sempre avuto un'importante funzione strategica ed , allo stesso momento oggi, un prezioso punto di riferimento per gli abitanti delle due Vallate del Senio e del Santerno, per le associazioni partigiane e combattentistiche, anche statunitensi e britanniche, che ritrovano in questa rocca una preziosa testimonianza della loro drammatica storia. Monte Battaglia si pone come meta obbligata, come importante tappa per la fruizione paesaggistica di un'originale emergenza storica-ambientale. In questo senso va posta all'interno di un disegno pi complessivo di sviluppo turistico e di valorizzazione del territorio collinare. Gianpaolo Sbarzaglia

 

 

    Monte Battaglia oggi